Al contrario di ciò che la morale comune vuole, non giudico sempre in modo negativo l’egoismo. Ritengo che vi sia un enorme differenza tra i grandi egoisti che per via del loro ego smisurato ambiscono ad avere il consenso, l’attenzione ed il potere da coloro che davvero contano e rappresentano menti difficili da conquistare e gli egoisti meschini e frustati i quali sentendosi quasi ignorati dal mondo ed avendo davvero poca considerazione di se stessi, cercano di accaparrarsi in modo famelico le attenzioni di chiunque persino più misero ed insignificante. Mentre per i primi provo una certa ammirazione, ed la tenacia ed il coraggio con il quale passano sopra qualsiasi cosa pur di accaparrarsi il loro ricco bottino, per i secondi provo una pena smisurata perché alla miseria della loro condizione umana sommano la frustrazione quotidiana di sentirsi ignorati dal mondo.

L’Imperfetto